Dieci principali "no" per le vene varicose

Le vene varicose sono una patologia che richiede un monitoraggio costante e l'adesione alle raccomandazioni mediche. I sintomi della malattia (aumento del lume dei vasi sanguigni, assottigliamento delle loro pareti, congestione) progrediranno, se non si escludono tutti i fattori provocatori.

vene varicose nelle gambe

Ciò che è impossibile con le vene varicose è una delle principali domande che interessa il paziente. Il mancato rispetto delle restrizioni di base può portare a una diminuzione dell'efficacia della terapia.

Dieci principali "no" per le vene varicose

  1. Non puoi fare affidamento su unguenti e pillole. Non esistono pomate miracolose e pillole magiche per le vene varicose. Esistono farmaci che facilitano il flusso sanguigno, ci sono sostanze che rafforzano la parete vascolare, ma questi sono tutti agenti temporanei che possono essere utilizzati in aggiunta al trattamento principale. Allevia la condizione: con l'aiuto dei farmaci, puoi alleviare il gonfiore, il dolore, ma non normalizzare la condizione delle vene.
  2. Non puoi auto-medicare. Le vene varicose non sono una patologia che può essere curata da sola o che scomparirà da sola. Il problema non "andrà via", quindi, se hai segni di vene varicose, devi consultare un medico.
  3. Non puoi trattarti con le sanguisughe. C'è una forte convinzione che le vene varicose possano essere trattate con le sanguisughe. Ti sconsigliamo di provare questo metodo. Per lo meno, chiedi il parere di uno specialista, in questo caso un flebologo. Sì, le sanguisughe secernono sostanze che riducono la coagulazione del sangue. Ciò facilita il flusso sanguigno, ma non influisce sulle vene varicose. Il segreto della sanguisuga non rafforza la parete venosa e non porta alla normalizzazione dello stato dei vasi sanguigni.
  4. La maglia a compressione non deve essere indossata di tanto in tanto. Il requisito principale per un paziente con vene varicose è indossare calze a compressione. Aiuta a normalizzare la circolazione sanguigna e, se hai ricevuto un trattamento (ad esempio, la scleroterapia), le calze a compressione aiutano a recuperare meglio. È necessario indossare calze o collant esattamente nella modalità raccomandata dal medico: se lo fai di tanto in tanto, l'effetto terapeutico verrà azzerato. Certo, è difficile indossare la maglia e nella stagione calda è scomodo camminarci sopra, ma tutti questi punti possono essere discussi con un flebologo e si può trovare l'opzione più conveniente.
  5. Se un'operazione ti è consigliata, non puoi rimandarla. I medici notano che le vene varicose non vanno mai via da sole e nel tempo le condizioni delle vene peggiorano. Ecco perché, se un flebologo ti ha consigliato di sottoporti a un'operazione ora, non dovresti rimandarlo.
  6. Il massaggio per le vene varicose non migliora la condizione, inoltre, il massaggio per le vene varicose non è indicato e può avere un effetto negativo sulle gambe. Soprattutto il massaggio, che viene eseguito con forza, strofinando, stringendo le gambe. E sebbene molti pazienti notino di provare sollievo dopo il massaggio, potrebbe essere dovuto al fatto che il gonfiore diminuisce dopo la procedura. Ma a lungo termine, il massaggio può influire negativamente sulla salute delle vene. Soprattutto se si tratta di massaggi specifici, come miele, coppettazione, sottovuoto, anticellulite.
  7. E non è nemmeno consigliabile andare allo stabilimento balneare. Sì, con le vene varicose, viene mostrata una doccia di contrasto: la differenza di temperatura "allena" la parete vascolare. Tuttavia, il contrasto di temperatura che di solito si verifica nel bagno è troppo grande e può avere un effetto negativo sulle vene. Pertanto, se ti vengono diagnosticate vene varicose, è meglio dimenticare il bagno turco. Oppure rimandare fino a quando i problemi alle vene non saranno risolti. Una diagnosi di vene varicose non significa che una vita sana sia finita. È una malattia cronica che è tuttavia ben studiata. Le operazioni gravi di rimozione delle vene, eseguite diversi decenni fa, sono un ricordo del passato: oggi prevalgono gli interventi mininvasivi che hanno un effetto parsimonioso sulle vene. E poi segui le misure preventive.
  8. Quali alimenti non possono essere utilizzati per le vene varicose:
    • Dolce e farina.Non si tratta di eliminarli completamente dalla dieta, ma di un apporto limitato. Un consumo eccessivo di dolci, muffin può portare all'obesità e, di conseguenza, ad un aumento del carico sui vasi delle gambe.
    • Grassi animali.L'assunzione di burro, piatti di carne fritti è limitata. Il colesterolo contenuto in questi prodotti provoca alterazioni indesiderate nel letto vascolare.
    • Cibo salato e piccante.L'uso di prodotti di questa categoria porta alla ritenzione idrica nel corpo e alla formazione di edema. Questo, a sua volta, aumenta il carico sul letto vascolare, che non è assolutamente consentito con le vene varicose nelle gambe.
    • Alcol.Contrariamente all'opinione sull'effetto benefico dell'alcol sui vasi sanguigni, non dovrebbe essere bevuto con vene varicose gravi. Il ricevimento di una bevanda contenente alcol porta a un'espansione a breve termine, quindi a un vasospasmo prolungato. Le pareti sottili delle vene varicose potrebbero non far fronte a questo carico: le vene sono danneggiate e iniziano a sanguinare. Inoltre, il consumo di alcol non è raccomandato a causa dell'aumentato rischio di coaguli di sangue.
    • Caffè.La bevanda indebolisce la motilità intestinale e può causare stitichezza, che è altamente indesiderabile per le vene varicose del retto (emorroidi). Se è estremamente difficile rifiutare il caffè, l'assunzione è limitata a 2 tazze al giorno.
    • Cicoria.Questa pianta viene utilizzata attivamente come innocuo sostituto del caffè. Tuttavia, non tutti i pazienti sanno perché con le vene varicose è impossibile bere non solo il caffè, ma anche la cicoria. Bere una bevanda da questa pianta porta alla fluidificazione del sangue, alla dilatazione dei vasi sanguigni già assottigliati e ad un aumento della permeabilità delle pareti. Ciò aumenta notevolmente il rischio di sanguinamento dalle vene colpite. Per questo motivo, si sconsiglia di bere cicoria in grandi quantità con vene varicose.
    • Sedano.Nonostante il fatto che la pianta sia inclusa nell'elenco dei prodotti dietetici, il suo uso è indesiderabile per la patologia venosa. La risposta, perché il sedano non può essere utilizzato con le vene varicose, sta nel suo effetto sui vasi sanguigni, simile alla cicoria.
  9. Non tutti gli esercizi fisici sono indicati per le lesioni venose. Per capire che tipo di sport è impossibile e persino pericoloso praticare con le vene varicose, è necessario prestare attenzione alla presenza di potenza o carichi d'urto in esso.

    Tra quelli proibiti:

    • Sollevamento pesi;
    • corsa - sprint, maratona;
    • calcio, pallavolo - consentiti nella fase iniziale, ma soggetti a bendaggio degli arti inferiori.

    Il sollevamento di carichi con un peso elevato in posizione eretta è controindicato non solo per le vene varicose degli arti inferiori, ma anche per le lesioni delle vene del retto. Gli esercizi di forza possono portare al prolasso e quindi alla violazione delle emorroidi. In questi casi, potrebbe essere necessario un intervento chirurgico d'urgenza.

    Quali esercizi non possono essere eseguiti con le vene varicose delle gambe:

    • squat;
    • saltare (soprattutto su una corda per saltare);
    • lezioni con una piattaforma (step aerobica).
  10. Non puoi assumere farmaci ormonali senza prescrizione medica

    Questo vale principalmente per le donne che usano contraccettivi orali. Alcuni farmaci per la prevenzione della gravidanza sono ormonali. Il loro utilizzo porta ad un ispessimento del sangue e, quindi, crea un ulteriore rischio di trombosi. I farmaci ormonali contraccettivi devono essere assunti solo previo accordo con il medico.