Vene varicose negli uomini

Le vene varicose oggi colpiscono molti, soprattutto senza capire se si tratti di una donna o di un uomo. Sì, anche il sesso forte soffre di vene varicose. Inoltre, secondo l'Organizzazione Mondiale della Sanità, un uomo su quattro sopra i quarant'anni soffre di malattie delle vene degli arti inferiori. Oggi, le vene varicose, come, tra l'altro, e alcune altre malattie, stanno rapidamente diventando più giovani - a volte anche gli adolescenti parlano di dolore e pesantezza alle gambe. Inoltre, la malattia procede con complicazioni molto maggiori rispetto alle donne. Come mai? Continuare a leggere.

crampi alle gambe con vene varicose

Questa insidiosa varicosa

Le vene varicose sono una malattia cronica che viene spesso ereditata. "Lavorare in piedi", fumo, alcol, lunghe ore al volante e un computer, sollevamento pesi, cattiva alimentazione e altri fattori portano ad un aumento del carico sulle pareti delle vene. E prima cercherai aiuto, migliore sarà l'effetto del trattamento. Ma in fondo, come spesso accade: gli uomini non sono portati a prestare sufficiente attenzione alla propria salute in generale, e alle gambe in particolare. Mentre le donne sono sempre esigenti sull'aspetto delle loro gambe e al primo segno di una malattia in arrivo, vanno da un flebologo. Gli uomini non attribuiscono molta importanza agli asterischi e ai vasi, ma la malattia progredisce.

Le vene varicose non sono accidentalmente chiamate insidiose. Nelle prime fasi, quando l'uso di metodi non chirurgici porta a una cura, le vene varicose si manifestano solo con difetti estetici esterni: non ci sono dolori, gonfiore e pesantezza alle gambe. Naturalmente, gli uomini lo ignorano.

La malattia colpisce grandi vasi, presto arriverà il turno delle vene profonde. Ed è bene se in questa fase il paziente appare al dottore. Quindi sarà possibile evitare la fine della malattia, che inevitabilmente si verifica in assenza di un trattamento tempestivo: si tratta di tromboflebite, ulcere trofiche, trombosi venosa profonda. Tuttavia, è probabile che il verdetto dei medici sia sgradevole: un intervento chirurgico. Ma si poteva evitare. . .

Ideale quando il trattamento inizia nelle fasi iniziali della malattia. Molto spesso vengono utilizzati metodi non chirurgici (varie varianti di scleroterapia), ma in alcuni casi è necessario ricorrere al trattamento chirurgico. Per quanto riguarda gli uomini, circa la metà dei pazienti viene operata. E tutto per disattenzione alla propria salute: cure tardive, forme avanzate della malattia, complicanze delle vene varicose.

Ogni uomo dovrebbe ricordare che dolore, gonfiore, costante sensazione di stanchezza e pesantezza alle gambe è il primo campanello che non dovrebbe mai essere ignorato. I flebologi consigliano vivamente: alle prime vene varicose, consultare un medico. Solo un professionista può diagnosticare correttamente anche nelle prime fasi della malattia. L'esame ecografico - dopplerografia - non richiede più di trenta minuti e non causa assolutamente alcun disagio. Se ciò non bastasse, il medico eseguirà una scansione duplex: aiuterà a determinare l'entità della lesione e determinare le tattiche di trattamento razionale. La diagnosi precoce delle vene varicose negli uomini può prevenire l'insorgenza di lesioni vascolari profonde ed evitare l'intervento chirurgico, limitato alla scleroterapia.

Istruzioni per l'uso:

  • Cerca di fare la maggior parte dei compiti da seduto.
  • Riposa con un cuscino o un cuscino sotto le gambe tese per 15-20 minuti.
  • Non abusare di bagni caldi, bagni e saune
  • Immergi i piedi in acqua fredda. Con un getto leggero di un tubo o di una doccia, "camminare" prima dalle dita dei piedi ai talloni, poi su per il muscolo del polpaccio fino alla cavità del ginocchio e infine, lungo la parte anteriore di ciascuna gamba, alternativamente dalle dita lungo il collo del piede fino a il ginocchio
  • Non indossare scarpe strette e strette: tale attrezzatura comprime le vene delle gambe e interrompe la circolazione sanguigna
  • La posa con le gambe incrociate, gettate l'una sull'altra, interrompe la circolazione sanguigna nella fossa poplitea della gamba che giace sopra e la superficie anteriore della coscia dell'altra
  • Non lasciare che le gambe si intorpidiscano quando ti siedi. Spostali più spesso: chiacchiera, allunga, portali di lato, apri e chiudi le ginocchia, ruota i piedi in senso orario e contro di esso almeno 15-20 volte.
  • Alzati dalla sedia ogni mezz'ora per camminare per la stanza, fare alcuni esercizi per le gambe o salire le scale per un paio di piani.
  • L'abitudine cinematografica degli americani di sedersi con i piedi sulla scrivania è estremamente vantaggiosa. Se te lo puoi permettere, usa questa posa più spesso.

- Soffrendo di dolore e gonfiore alle gambe, molti uomini si vergognano della loro condizione e sopportano "fino all'ultimo", senza andare dal medico. Di conseguenza, i pazienti vengono da flebologi per i quali è già troppo tardi per eseguire un trattamento conservativo e talvolta devono decidere un'operazione.