Intervento chirurgico per le vene varicose

Le vene varicose sono un problema che richiede un trattamento progressivo. L'operazione per le vene varicose consente di eliminare il problema in diverse fasi della sua manifestazione in breve tempo per lungo tempo, in assenza di controindicazioni. Per una procedura di successo, è necessario seguire rigorosamente le regole di preparazione e riabilitazione.

Rimozione chirurgica delle vene delle gambe con vene varicose

Indicazioni per

La rimozione chirurgica delle vene delle gambe è prescritta per patologie gravi, quando il trattamento conservativo ei rimedi popolari non sono efficaci. Indicazioni per la chirurgia:

  • problemi con il sistema circolatorio, quando il paziente avverte affaticamento e dolore alle gambe durante il giorno e si stanca rapidamente anche con uno sforzo moderato;
  • gonfiore delle gambe che non risponde ai farmaci;
  • lesioni agli arti inferiori;
  • ulcere trofiche e altri gravi danni alla pelle;
  • patologie genetiche del sistema circolatorio;
  • stadio avanzato della tromboflebite.

Cosa fare per prepararsi?

Prima dell'intervento contro le vene varicose degli arti inferiori, il paziente viene sottoposto ad una serie di esami volti all'individuazione delle controindicazioni.Quando tutti i risultati vengono ricevuti, la data e l'ora vengono impostate. Richiede un intervento chirurgicoClistere purificante prima dell'intervento chirurgicopreparazione speciale del corpo:

  • 3 giorni prima dell'intervento, si consiglia al paziente di passare a una dieta priva di scorie. Escludere carne, cibi grassi e fritti, dolci e pane.
  • La sera prima della procedura, fai un clistere purificante.
  • Il giorno prima della rimozione, è meglio mangiare solo ricotta a basso contenuto di grassi, yogurt, porridge. È consentito bere tè verde e acqua.
  • È vietato mangiare 8 ore prima della procedura.
  • Dovresti anche escludere alcol e fumo per almeno 3 giorni.
  • La gamba e l'inguine devono essere rasati il giorno prima dell'intervento.
  • Si consiglia alle donne di rimuovere lo smalto per unghie.

Tipi di operazioni e tecnica

La medicina moderna offre diversi modi per rimuovere vene e stelle capillari sulle gambe. Ognuno è caratterizzato dalle proprie caratteristiche. I tipi di operazioni più comuni:

  • flebectomia;
  • scleroterapia;
  • correzione laser.
Flebectomia la vena problematica viene rimossa attraverso due incisioni

Flebectomia

Tale operazione per rimuovere le vene nelle gambe è efficace negli stadi 1 e 2 delle vene varicose. Di regola, questi sono problemi ereditari del sistema circolatorio. Durante la procedura, vengono praticate incisioni poco profonde, larghe 3-5 cm, nell'inguine del paziente e nella gamba lungo la vena. Un estrattore venoso viene inserito attraverso l'apertura superiore: questo è un dispositivo speciale simile a un filo con un'estremità arrotondata. Con questo strumento, il medico rimuove la vena malata. Le incisioni vengono suturate e vengono applicate medicazioni sterili. Dopo 3 giorni, il paziente viene dimesso dall'ospedale. Il periodo di recupero dura 2 mesi.

In caso di diagnosi della malattia in una fase precoce e senza complicazioni, non viene rimossa l'intera vena, ma la sua parte danneggiata. Tale trattamento chirurgico viene eseguito in anestesia locale. In caso di rimozione con successo, non è richiesta alcuna degenza ospedaliera e il paziente viene rimandato a casa. Inoltre, il trattamento delle vene varicose avviene in regime ambulatoriale.

Scleroterapia

Rimozione delle vene varicose sulle gambe incollandole. Durante l'operazione, uno sclerosante viene iniettato sotto la pelle mediante un'iniezione. Sotto la sua influenza, le pareti delle vene crescono insieme e il movimento del sangue in esse si interrompe. Nel tempo, si verifica il processo di caduta e non vi è traccia della malattia nel sito della procedura. È possibile rimuovere i vasi sulle vene delle gambe in questo modo solo con fiducia nel buon passaggio dei vasi profondi. In caso contrario, la procedura è controindicata. Il dosaggio del farmaco e la frequenza delle singole iniezioni sono determinati individualmente in ciascun caso. Di norma, è possibile effettuare fino a 5 iniezioni per sessione e la procedura può essere ripetuta fino a 6 volte con un intervallo di 1 mese. Dopo l'operazione, l'area trattata viene coperta con una benda elastica per arrestare la circolazione sanguigna.

La scleroterapia deve essere eseguita solo da uno specialista esperto. L'iniezione intra-arteriosa è pericolosa per la salute.

Rimozione delle vene con un laser

Rimozione laser dei vasi sanguigni

Un modo indolore per trattare le vene varicose sulle gambe, che non prevede iniezioni o incisioni. Durante l'operazione, la nave danneggiata è esposta a un flusso di luce, che la salda. Diversi tipi di laser vengono utilizzati per vene e arterie. Ad esempio, l'azione dei flussi di luce per rimuovere le arterie a maglia blu non è efficace per le vene rosse. Il tipo di radiazione laser e la lunghezza d'onda vengono selezionati individualmente in base alla profondità e al diametro del vaso. Durante l'operazione vengono utilizzati unguenti rinfrescanti o ghiaccio aggiuntivi.

Un tipo separato di rimozione del vaso laser è la coagulazione laser endovenosa. Durante la procedura, viene praticato un microforo nell'area della vena danneggiata e una guida di luce viene inserita nel lume. Con il suo aiuto, la vena viene saldata, il flusso sanguigno in essa si interrompe e continua attraverso le vene sane. Tutte le azioni sono controllate dagli ultrasuoni, che elimina gli errori e non supera le 2 ore. A volte è necessaria l'anestesia locale. Dopo la rimozione, applicare una benda da una benda elastica o da una calzetteria a compressione. La chirurgia endovenosa per le vene varicose degli arti inferiori non richiede una degenza ospedaliera. La procedura, eseguita correttamente e senza complicazioni, consente di tornare alla vita normale entro poche ore.

Riabilitazione dopo l'intervento chirurgico per rimuovere le vene varicose

Il periodo di recupero dopo l'intervento chirurgico è estremamente importante. Se eseguito correttamente, il rischio di ricadute o complicazioni è ridotto al minimo. I flebologi hanno sviluppato regole di base per la riabilitazione completa:

Divieto di cattive abitudini per una riabilitazione completa dopo l'intervento chirurgico
  • esclusione di cattive abitudini;
  • aderenza a una corretta alimentazione;
  • ricarica regolare;
  • inizialmente minimizzazione del contatto con l'acqua;
  • protezione della pelle dalle radiazioni ultraviolette in primavera e in estate;
  • eliminazione di sforzi fisici pesanti;
  • l'uso di biancheria intima compressiva;
  • l'uso della venotonica;
  • applicare creme antibatteriche e antisettiche;
  • cambio regolare delle medicazioni sterili.

Quali sono le conseguenze?

I tipi di operazioni descritti raramente causano complicazioni. Ma il più delle volte sono possibili con la flebectomia. Le incisioni causano sanguinamento e lividi. E anche la mancata osservanza delle regole di riabilitazione durante il periodo di recupero può portare a conseguenze spiacevoli,Una delle conseguenze dell'operazione potrebbe essere l'introduzione di infezioni nel corpo. ad esempio:

  • gonfiore delle gambe;
  • iperpigmentazione;
  • intorpidimento;
  • neovascolarizzazione;
  • eritema;
  • diminuzione della sensibilità degli arti inferiori;
  • contrarre un'infezione.

La complicazione più pericolosa può essere il tromboembolismo. La mancanza di cure mediche tempestive porta alla disabilità o alla morte.

Controindicazioni

La rimozione delle vene varicose sulle gambe non viene eseguita se ci sono:

  • malattie del cuore e del sistema cardiovascolare;
  • malattie infettive;
  • malattie croniche nella fase acuta;
  • danno alla pelle, inclusa un'eruzione cutanea;
  • alta pressione sanguigna;
  • gravidanza o allattamento;
  • vecchiaia.

Breve conclusione

L'operazione viene eseguita nei casi in cui il trattamento farmacologico non ha dato risultati. Quando si esegue una procedura operativa, il paziente può tornare al suo solito ritmo di vita in breve tempo. Inoltre, il rischio di ricaduta è ridotto al minimo se vengono seguite le regole della riabilitazione. Ma la scelta della procedura viene effettuata dal medico in base alle caratteristiche del corpo del paziente.